Feeds:
Articoli
Commenti

Considerati importantissimi i confetti sono davvero parte importante di una bomboniera o di un segnaposto.

5 normalmente nella bomboniera o comunque dispari quale simbolo di salute, lunga vita, felicità, prosperità e ricchezza. Per questo motivo mai rifiutare un confetto dai futuri sposi perchè l’accettarlo è di buon augurio.

Classici per il matrimonio quelli candidi alla mandorla ma ora davvero ce ne sono in commercio per tutti i gusti.

Personalmente ritengo sia per il matrimonio più indicata la mandorla per quanto se la vostra bomboniera è la sola confezione di confetti, potete osare un doppio accostamento sia di gusti e di colori.

Fondamentale la scelta qualitativa. E’ preferibile per questo, qualora il budget sia limitato, mettere meno confetti dentro un sachetto o una bomboniera ma di ottima qualità. Questo lascerà sicuramente il segno sul palato dei vostri invitati.

Potete confezionare il tutto da sole o lasciare questo incarico a mani più esperte. In tutto questo nulla deve essere trascurato.

Assaggiate sempre più di una qualità di confetti e se confezionate da sole le vostre bomboniere abbiate cura nel confezionamento.

Qualora non si metta il confetto legato ad un segnaposto abbiate l’accortezza di farne servire in una ciotolina alcuni insieme al caffè!

Una delle prime cose da fare dopo aver trovato la chiesa e stabilito il giorno delle nozze è la lista degli invitati.

Questa permetterà di capire la “portata” del vostro matrimonio e di decidere al meglio la location. Sarà per alcuni necessario suddividere la cerimonia in due fasi: pranzo o cena con gli invitati più importanti, rinfresco o festa con gli amici e colleghi più informale.

Per stilare la lista degli invitati affiancatevi alle rispettive famiglie. Tutti insieme riuscirete sicuramente ad evitare “dimenticanze” che potrebbero creare incidenti diplomatici. Poi a parte con il patner stipulate la lista degli amici e colleghi ed unite il tutto.

Fatto questo c’è sempre da ricordare che la vostra cerimonia deve innanzi tutto piacervi e quindi con la dovuta diplomazia potrete ridurre il numero o suddividere i festeggiamenti.

Se la lista è considerevole, potreste invitare a pranzo le persone di famiglia e trovata la giusta location, invitare tutti gli amici per il rinfresco del pomeriggio. È sicuramente più vantaggioso per questo trovare un ristorante che abbia un ampio giardino dove in tarda primavera o d’estate il rinfresco divenga così più gradevole e informale.

Se la cerimonia avvenisse di pomeriggio potreste dopo la cena con i parenti stretti dare il via ad una festa danzante con buffet e torta notturna.

Comunque sia è importante non escludere dalla lista nessuno, non solo per non creare incidenti diplomatici, ma anche per un buon conteggio di partecipazioni, bomboniere e sacchetti, per suddividere meglio il budget di spesa, per arrivare al matrimonio più serene possibili.

Se poi siete più tecnologiche, potete mettere la lista sul vostro computer affiancando vicino a quella degli invitati il tipo di invito da fare e quando è stato spedito.

 

Sposa 2009

                                                                       
Meravigliosi colori per la sposa 2009!
Per dare un tocco di originalità la moda sposa 2009 propone candidi abiti e meravigliosi vestiti avorio, spesso dotati di grande sobrietà con tocchi di colore lilla, glicine, rosa cipria, colori che sembrano usciti da uno dei giardini di Monet.
Sfumati nelle organze dell’abito o applicati con magnifici fiori di stoffa, questi colori possono divenire il “colore” alla vostra cerimonia.
Da riprendere insomma, in addobbi floreali, bouquet, segnaposto a tavola, nastri per le bomboniere.
Non sarà cosa complicata personalizzare il vostro matrimonio con questi colori. basterà aggiungere all’avorio dei sacchetti un po’ di fiocco in tinta o della delicata lavanda.
l’effetto sarà sorprendente!
La cosa migliore è quella di cercare di dare alla cerimonia uno stile e un colore in base sicuramente ai gusti, tenendo presente che l’eleganza “toglie e non mette”.
Quindi evitate abiti eccessivi e scollati per la cerimonia religiosa ma cercate la qualità nelle stoffe e nei ricami, la bellezza di meragliosi fiori di stoffa come applicazione e acconciatura, il trucco delicato ma persistente.
Non si deve pensare che ciò che si vede sui giornali o in passerella sia la moda, in reltà la fotografia come la passerella hanno bisogno di stupire. Potete trarne qualche spunto ma senza esagerare!

Silvana – 34 anni
Castellammare di Stabia

Mi scrisse una mail qualche mese fa per chiedermi se avessimo un’acconciatura dello stesso colore dello splendido fiore in taftà sul suo abito da sposa: rosso fragola!
Questo era il colore scelto da Silvana per impreziosire oltre l’abito candido tutta la sua cerimonia.
Fu sin dalle prime mail un piacevole incontro.
Con Silvana , solare, vivace, bellissima ragazza di Castellamare di Stabia si instaurò immediatamente un piacevole dialogo che si estese ben presto a moltissimi altri argomenti riguardanti il suo matrimonio. Acconciatura, trucco, bomboniere e molto altro mi fecero fortemente partecipe del suo imminente matrimonio.
Le nostre “chiacchierate”, sempre via mail, per non intralciare i nostri lavori, presero ben presto un tono confidenziale.
Mi mandò per riuscire ad accontentarla al meglio un “pezzetto” di petalo di rosa del suo abito (che ancora conservo) ed insieme in uno scambio “quotidiano” di mail valutammo varie possibilità di acconciature.
Mi scrisse che le sarebbe anche piaciuto decorare le sue bomboniere con fiorellini dello stesso colore.
Per quanto difficile come colore, non essendo fortemente commerciale nelle bomboniere, riuscimmo ad accontentarla creando appositamente per lei piccoli bouquet di fiori con fili di organza per le bomboniere, piccole rose rosso fragola per l’acconciatura e non ultimo due piccoli fermagli e una guarnizione per l’abitino della sua splendida damigella.
Ultimamente mi ha scritto dicendomi che gli stessi fiori hanno guarnito i libretti della messa… non è una splendida idea? Mi auguro mi mandi una foto così la pubblicherò per darvi un ulteriore spunto.
Come abbiamo convenuto insieme, rimane a matrimonio fatto e a lavoro ultimato il piacere della conoscenza, della comunicazione al di fuori del “Business Matrimonio” e la mia soddisfazione personale di aver contribuito lavorando con passione ad esaudire un piccolo desiderio.
Ringrazio chi come lei mi sostiene nel mio lavoro apprezzandolo.

Piccole e preziose

Una bella bomboniera non deve essere ingombrante e nemmeno utile a mio modesto parere. E’ un dono lasciato dagli sposi per essere ricordati ogni qual volta noi posiamo l’occhio su quell’oggetto.

Curato nei dettagli deve essere comunque rappresentativo della cerimonia.
Si spazia dalla porcellana all’argento, dal cristallo al vetro soffiato ma per tutti vige una regola: entrare nelle case senza essere detestati!
Difficile spesso rinunciare alla forma per la sostanza ma la tendenza del momento dà ampio spazio alla cura del particolare più che all’effetto volume!
Così ben si collocano piccoli oggetti d’argento e di porcellana, rifiniti e di ottima qualità.
Trovo davvero bella ed elegante l’idea di attaccare a sacchetti di ottima fattezza ciondoli d’argento che potranno essere portati quotidianamente da chi li riceve senza necessariamente creare un ingombro in più.
Un’idea elegante sia per matrimoni che per comunioni o battesimi.
In questo davvero superba è la collezione di Opera Collection che offre oltre ad un infinita varietà di idee bomboniera un grandissimo assortimento di ciondoli per poter creare portachiavi, ciondoli per cellulare, bracciali e molto altro.
Si potrà così decidere di donare uno o più ciondoli d’argento a tema come l’amore, lo sport, il natale, il bimbo, il mare.
Tutto questo applicato ad un sacchetto indicato alla cerimonia non vedrà l’uso di scatola e farà bella mostra di sè su un tavolo messo all’uscita del ristorante dove gli sposi ringrazieranno parenti ed amici.

È tempo di cerimonie. Matrimoni, comunioni, battesimi. Ospiti in casa e piccoli ricevimenti. Per tutti questi eventi l’uso dei fiori è molto importante.
Che siano candidi o colorati, poggiati in più angoli della casa danno un tocco di festa ed armonia al ricevimento. I fiori come un delicato centrotavola per una cena con ospiti, accompagnati magari dal lume di una candela, all’angolo di un piccolo buffet o vicino al piattino dei confetti e perché no, un gentile tocco nella toilette accanto al lavandino.
È un modo per comunicare gioia ma spesso diventa costoso e difficile da realizzare.
Sono stata al mercato e ho comprato pochi candidi fiori che con l’aiuto di un po’ di fantasia possono divenire splendidi centrotavola che potrete realizzare da voi anche se non siete grandi esperte.
La mia spesa totale escluso la base che ho trovato in casa e la candela è stata di € 13,00.
Ho pensato di creare un centrotavola adatto ad un piccolo buffet o per mettere su un mobile della casa e un altro con candela adatto ad una cena o ad un ricevimento serale. Consiglio sempre di usare nel secondo caso candele a lunga durata si eviteranno così brutti spegnimenti durante la serata.
Con gli “avanzi di fiori” potrete sempre creare piccoli mazzolini che potranno essere usati come segnaposto o sparsi qua e là dentro casa.
La mia è volutamente una composizione semplice che si può usare come base per una composizione più ricca e complessa.

Queste le istruzioni d’uso:
Dopo aver ben imbevuto la spugna per fiori freschi in acqua (almeno 2-3 ore) tagliatene un pezzo e adagiatelo sul fondo della ciotola.
Seguite la forma da dare alla composizione (tonda, ovale) desiderata con la gissofila ed infilate le calle a gradazione dalla più alta alla più bassa, stabilite così già l’altezza.
Sistemate intorno alle calle un po’ di felce per evitare che a composizione finita si veda la spugna e riempite i vuoti nuovamente con la gissofila.
A questo punto potrete allungare o arrotondare la composizione inserendo la felce alla base della composizione e inserire qua e là fiocchi di organza o di raso.
Lascio ora spazio alla vostra fantasia. Potrete inserire rose, fresie, fiori colorati, spighe e frutta che ben si adatta alla cerimonia. Le calle potranno essere sostituite con rose o lilium.
Ricordare che la gissofila ha una buona resistenza quindi se idraterete bene la composizione potrà esservi utile per più giorni sostituendo solo fiori delicati come le calle.
Per il centrotavola con candela ho usato un po’ di ginestra.

Nasce probabilmente in Francia nel secolo XVIII la bomboniera. Nata per racchiudere “bonbon” questa scatolina preziosa piena di dolcetti veniva portata e tenuta gelosamente dalle signore nelle proprie abitazioni. Creata per farsi ricordare e di buon augurio la bomboniera prese poi forme diverse. Ciotoline, coppe, tutte pronte a racchiudere dolcissime golosità.
Si diffuse velocemente l’idea di lasciar un ricordo e la bomboniera perse nel tempo la sua forma contenitiva diventando semplicemente un oggetto che ricordava il felice giorno di persone care.
Fatta di materiali di vario tipo, dall’argento massiccio al vetro, se ne trovano un’infinità di modelli e tipologie. Piccole e preziose quelle d’argento, limoges, cristallo, porcellana. Più d’effetto quelle in vetro e ceramica e non ultime ma usate soprattutto per cerimonie diverse dal matrimonio quelle in resina.
Ultimamente in Italia per i piccoli oggetti si tende ad escludere la scatola appoggiandoli ove sia possibile su grandi sacchetti di stoffe pregiate. Le accompagnano confetti di tantissimi tipi e gusti. Il più usato ed indicato al matrimonio è sicuramente quello alla mandorla che regala un gusto raffinato al palato. Più divertenti e spiritosi i confetti a gusti come il limone, la fragola, il cioccolato e quelli colorati o con nocciole che ben si adattano a cerimonie originali.
Nel tempo si è presa l’usanza, soprattutto nelle cerimonie come il matrimonio, di lasciar uno o più confetti sul tavolo come ringraziamento ad ogni commensale accompagnato da un piccolo bouquet o nastro o sacchetto per confetti. Questo usanza non poco suggestiva crea sul tavolo una decorazione un’uniforme ed elegante che lascia spazio alla fantasia con innumerevoli creazioni.
Fiocchi, mazzolini, fiori di stoffa, piccoli oggetti su un sacchetto, delicati nastri riescono a dare insieme ai fiori del tavolo un’effetto davvero sorprendente. Da non dimenticare che vanno sempre accompagnati al tovagliato e ai fiori del centro tavola per non creare disarmonia. Devono essere consoni all’ambiente (villa, agriturismo, ecc.) e alla cerimonia (elegante, originale, informale) nonché dove possibile al colore dei nastri e fiori usato per le bomboniere.
Per questo molto spesso il lavoro dello staff di Piccoli Pensieri è quello di creare segnaposto e confezioni bomboniere che ben rappresentino la cerimonia e che diano a quel giorno uno stile ben definito, uno per ogni sposa, uno per ogni evento. Il nostro lavoro nasce come frutto di passione di anni per la decorazione e la ricerca del particolare.
Abbiamo selezionato nel tempo piccoli oggetti per bomboniera difficili da chiudere in un cassetto tanto son delicati e belli, romantici e divertenti segnaposto, sacchetti raffinati e colorati, piccoli omaggi che hanno del prezioso sia nella fattezza che nella confezione.
Amiamo la qualità che non ha sempre un costo elevato. Spesso ci sono soluzioni raffinate e di grande effetto per tutti i tipi di spesa. All’interno della Maison Bleu a Colleferro sono presenti molti di questi articoli, e molti modi di presentarlo, e molti ancora ne inventeremo per rendere il giorno del tuo matrimonio un giorno unico!